E-commerce per business tradizionali

Strategie di successo per e-commerce per business tradizionali

E-commerce | 2 Novembre 2021

L’e-commerce non è più il futuro: è il presente.

Negli ultimi 15 anni si è registrato un aumento vertiginoso del fatturato prodotto da e-commerce (in Italia nel 2019 sono stati registrati ben 48 miliardi). 

Tuttavia, lo spazio di manovra per una maggiore crescita del business è ancora grande, e una delle sfide del mercato contemporaneo diventa adattare i business tradizionali alla vendita online tramite e-commerce.

Prendiamo ad esempio il sito www.sgaravatti.net, un e-commerce B2C che vende esclusivamente sementi per hobbisti. Sgaravatti N. & C. è un’impresa attiva dal 1820, e oggi vende i suoi prodotti in Italia e all’estero diffondendosi in maniera capillare nella GDO. Il suo cliente tipo è chi coltiva piante e fiori per passione e appartiene a una fascia d’età medio-alta.

Come attrarre un segmento di pubblico ancora poco avvezzo all’acquisto online?

Gli ostacoli da superare

Rapportandoci con i clienti del nuovo e-commerce di Sgaravatti, abbiamo riscontrato:

  • Difficoltà nell’utilizzo della piattaforma e-commercestrumenti come la ricerca e i listing non erano chiari per gli utenti meno “digitalizzati”.
  • Scarsa fiducia verso i pagamenti online: quante volte abbiamo sentito la frase fatidica: “Mi interessa comprare sul tuo sito, ma voglio pagare solo in contrassegno!”
  • Difficoltà sull’uso degli strumenti online: a volte, anche il download di un catalogo PDF può essere difficile per chi è abituato sempre e solo al cartaceo.

Non scoraggiamoci e investiamo sull’e-commerce!

L’analisi del business non ci ha spaventato e abbiamo elaborato una strategia e-commerce ad hoc, che comprende:

  • Scelta della piattaforma Shopify, un’ottima soluzione in termini di qualità/prezzo per e-commerce che gestiscono flussi di vendita non troppo complessi. Con Shopify abbiamo realizzato in poco tempo un sito personalizzato di alto livello, in modo da dedicare parte del budget ad altre operazioni.
  • Un preciso calendario editoriale social, con una programmazione frequente, un mix di post organici e a pagamento e un piccolo investimento in multimedia (foto, design, ecc.)
  • Attivazione frequente di offerte e-commerce come sconti, spedizione gratuita, bundling di prodotti.

Ma soprattutto, qualsiasi sia la strategia… andiamo incontro ai nostri clienti! (Non a caso, fra i metodi di pagamento oggi c’è anche il fatidico contrassegno!)

Il numero di seguaci e il tasso di engagement sulle pagine sono cresciuti esponenzialmente. Il sito mantiene un alto numero di visitatori e livelli di vendita molto interessanti.

Un altro esempio di come un business tradizionale possa sfruttare al meglio le possibilità offerte dall’e-commerce!